Messa in sicurezza di tutta la rete stradale: la Provincia investe un milione

MANTOVA – Approvato il progetto per la messa in sicurezza della rete stradale della Provincia di Mantova.
“Un intervento del valore complessivo di 1 milione di euro – spiega il presidente della Provincia Beniamino Morselli che ha appena firmato il decreto che dà l’ok ai lavori – che toccherà tutti i cinque reparti stradali in cui abbiamo suddiviso il territorio virgiliano”.
La situazione di degrado di parte della rete stradale della provincia è, purtroppo evidente a tutti gli utenti, tanto che giornalmente pervengono numerose richieste da parte di Comuni, privati cittadini, Forze dell’ordine e Prefettura per provvedere alla messa in sicurezza della stessa. Attualmente, a supporto del personale operativo dipendente del Servizio Gestione e Manutenzione Strade provinciali della Provincia di Mantova si ricorre per le operazioni dei normali lavori di messa in sicurezza della rete stradale, alle prestazioni di Ditte, distribuite sul territorio provinciale affidando loro direttamente lavori quali la ripresa di buche stradali, ripresa di piccole frane nei rilevati stradali, pulizia di fossi stradali e altre prestazioni simili per garantire una buona transitabilità e la salvaguardia della pubblica incolumità. Dopo l’ok al progetto di fattibilità tecnica ed economica, ora si passa a quello definitivo – esecutivo.

Dato atto che è indispensabile ricorrere, come già ora avviene, all’uso di ditte esterne per alcune tipologie di attività e nell’ottica di un’ottimizzazione delle risorse economiche e umane a disposizione è necessario procedere ad appaltare i lavori di manutenzione per avere una migliore messa in sicurezza stradale e un maggior controllo dei costi che si sostengono.

I lavori sono inseriti nel programma triennale dei LL.PP. 2020-2022 annualità 2020; l’eventuale ribasso d’asta, a seguito dell’appalto, anche se superiore al 5%, verrà interamente utilizzato per interventi di ripresa delle buche, oltre a quelli principali previsti in progetto; la spesa di 1.000.000 di euro sarà finanziata con risorse proprie dell’ente.

Rispetto al passato, la novità sta nel fatto che gli interventi saranno appaltati a un’unica ditta e riguarderanno: ripresa di buche stradali, rifacimento a caldo di brevi tratti di pavimentazione stradale per eliminare immediati pericoli alla circolazione stradale, ripresa di piccole frane nei rilevati stradali, rimozione e sostituzione di brevi tratti di barriere stradali, pulizia delle sedi stradali e loro competenze da presenza di inerti; pulizia di fossi stradali; pulizia di pozzetti e canalizzazioni per la raccolta delle acque piovane; pulizia di tombini di proprietà provinciale sottopassanti la sede stradale; pulizia e montaggio di segnali stradali; abbattimento di alberi d’Alto fusto e estirpazione delle relative ceppaie. L’appalto avrà una durata di dodici mesi dalla data della consegna dei lavori.

AGGIUNGI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here