Danni maltempo, il Ministero esclude Mantova e il resto della Lombardia. Panarelli: “ancora dimenticati”

Luigi Panarelli, presidente Cia Est Lombardia

MANTOVA – «Come accaduto per il sisma del 2012, la politica sembra essersi dimenticata che Mantova è una provincia della Lombardia». E’ deluso Luigi Panarelli, presidente di Cia Est Lombardia. Gli oltre 63 milioni di euro decisi dal Mipaaf e destinati alle aziende agricole colpite dal maltempo nel quinquennio 2013-2018 non raggiungeranno il nostro territorio. Sono sette le regioni alle quali sono destinati fondi: l’elenco comprende Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Toscana e Veneto. Ma non la Lombardia.

«Sblocchiamo risorse importanti destinate alle aziende danneggiate da calamità naturali nel periodo dal 2013 al 2018 per le quali è intervenuta la dichiarazione dello stato di emergenza – le parole del ministro Teresa Bellanova; – adesso, nel rispetto delle procedure adottate dalla Protezione Civile, sarà cura degli uffici regionali procedere speditamente per definire le modalità attuative tali da consentire l’erogazione delle risorse indicate».

Tra le regioni ad aver ottenuto più fondi ce ne sono due che confinano con il Mantovano: Emilia Romagna (18,88 milioni) e Veneto (10,38 milioni). «In quei cinque anni si sono registrati anche nel nostro territorio eventi meteo estremi – aggiunge Panarelli, – con trombe d’aria che hanno causato danni alle strutture valutati in milioni di euro. Eventi riportati più volte dai media. Crediamo serva un forte impegno politico a livello regionale e nazionale per porre rimedio a questa situazione».

AGGIUNGI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here